News & Press

News

Continua la crescita di inJob nella provincia di Verona, dove nell’ultimo anno la recruitment company ha supportato più di 170 aziende nel processo di assunzione di oltre 1700 lavoratori.
Continua la crescita di inJob in Lombardia, dove nell’ultimo anno la recruitment company ha supportato le aziende del territorio nel processo di assunzione di oltre 2000 lavoratori.
Nonostante un contesto di mercato generalmente piatto per il mondo lavoro, inJob ha chiuso il 2023 con ricavi pari a80 milioni di euro, in aumento del 15% **sul 2022 e del 39% **sul 2021. Da sottolineare il valore degli utili (1,3 milioni) che, anche grazie agli importanti investimenti realizzati, alla
Continua la crescita di inJob a Nord Est, dove nell’ultimo anno la recruitment company ha supportato le aziende del territorio nel processo di assunzione di quasi 3000 lavoratori.
Negli ultimi decenni, il mercato del lavoro italiano ha subito significative trasformazioni. Il contesto economico e tecnologico sta costantemente evolvendo, e molte professioni richiedono ora un livello più elevato di istruzione rispetto al passato. Pertanto, la laurea è spesso vista come un prerequisito per accedere a molte opportunità di carriera.
L’estate si è da poco con conclusa, ma non senza qualche difficoltà per i genitori italiani, che ogni anno si ritrovano a dover affrontare il problema delle vacanze scolastiche dei propri figli, molto più lunghe delle proprie.
Imprenditrice, innovatrice e mamma. Riccarda Zezza è tutte queste cose insieme, nonché CEO e fondatrice di Lifeed, società di education technology a impatto sociale che dal 2015, attraverso un metodo di apprendimento proprietario, il Life Based Learning, trasforma le transizioni di vita e le relazioni di cura in momenti di apprendimento e
L'Unione Europea aderisce alla Convenzione di Istanbul per la lotta alla violenza contro le donne
Negli ultimi anni, le aziende registrano una crescente attenzione rispetto ai temi della sostenibilità ambientale, sociale ed economica, poiché le persone sono sempre più consapevoli dell'impatto delle attività umane sul pianeta. Secondo un recente studio di Deloitte, il 46% dei lavoratori predilige le società che offrono la possibilità di conciliare
Le vacanze estive sono ai blocchi di partenza e inJob è pronta a consigliare una serie di letture che approfondiscono le tematiche del lavoro e possono far riflettere durante la pausa estiva senza rinunciare al relax.
Secondo un sondaggio di Linkedin di qualche anno fa, il 46% dei lavoratori ritiene che avere amici sul luogo di lavoro contribuisca alla loro felicità. In effetti, costruire rapporti di fiducia con i colleghi è fondamentale per vivere serenamente la vita lavorativa ed essere più stimolati sul luogo di lavoro,
Il 1° maggio il governo ha approvato il nuovo "decreto lavoro", contenente una serie di misure tra cui il taglio al cuneo fiscale, l'introduzione dei voucher e dell'assegno di inclusione, che sostituisce il reddito di cittadinanza. Tra queste anche nuove previsioni per lavoratrici e lavoratori con figli, come l'estensione dell'assegno
Il Career Center inJob di Verona ha ospitato, ieri 6 luglio, la presentazione del libro Zitto che ti sente (2023, Scripta Edizioni) di Giuseppe Flore, Facilities Specialist di inJob, una testimonianza in prima persona sul tema della disabilità e dell’inclusione anche nei luoghi di lavoro. 
I lavoratori appartenenti alle categorie protette, considerata la comprovata difficoltà di inserirsi nel mercato del lavoro, sono destinatari di un regime di collocamento obbligatorio, la cui finalità è quella di promuovere la loro integrazione sociale, il pieno sviluppo della loro persona, nonché la creazione di occasioni di lavoro.
Il 1° maggio il governo ha approvato il nuovo "decreto lavoro", contenente una serie di misure tra cui il taglio al cuneo fiscale, l'introduzione dei voucher e dell'assegno di inclusione, che sostituisce il reddito di cittadinanza. Tra queste anche nuove previsioni per lavoratrici e lavoratori con figli, come l'estensione dell'assegno
Secondo l'ultimo Rapporto firmato da Bankitalia, Ministero del Lavoro e Anpal, l'occupazione femminile è tornata a salire nei primi mesi del 2023, raggiungendo livelli storicamente elevati e contribuendo per quasi il 40% alla creazione di posti di lavoro. Il divario è riconducibile alla forte presenza femminile nelle attività di alloggio
Non ha fatto eccezione il territorio di Bergamo, in cui il mercato del lavoro nell'anno si è mosso inizialmente con molta difficoltà, dettata dall'aumento dei costi energetici e dalle tensioni internazionali dovute al conflitto armato in Ucraina.
Le persone vogliono sentirsi valorizzate, cercano un nuovo bilanciamento con il proprio lavoro e un miglioramento generale della propria qualità di vita. Per questo motivo, in un contesto poi caratterizzato dall'aumento dei prezzi, anche la richiesta di strumenti di welfare aziendale è più sentita.
La sfida del mercato del lavoro contemporaneo: la settimana lavorativa corta. Si tratterebbe di una svolta culturale che potrebbe portare benefici all'occupazione, alla produttività e perché no anche alla salute psico-fisica dei lavoratori.
Francia, Italia e Spagna sono tra i Paesi europei maggiormente colpiti e, secondo i dati Eurostat, il 3,1% dei posti di lavoro retribuiti non è stato occupato nel terzo trimestre 2022, un dato decisamente in crescita rispetto allo stesso periodo del 2019 (2,2%), a dimostrazione di come sia cambiato l'approccio